Skip Repetitive Navigational Links

News

In questa sezione vengono pubblicate le notizie relative agli avvenimenti della Sezione di Tiro a Segno di Reggio Emilia.

« Articolo Precedente

Tiro a Segno, le nuove leve brillano a Bologna

martedì 11 aprile 2017

Cagossi & C. si divertono nella prima uscita di pistola automatica. Ben otto gli esordienti reggiani in gara.

Luca Pataridze, prestazione eccellente nei giovanissimi. Marchesini in evidenza nelle Junior di carabina.

Tutti i primi posti. Matteo Cagossi riconferma l’essere habitué dei podi nazionali e non solo: fa sua la prova di pistola standard con un siderale 576 e venti punti di scarto dal secondo, coglie il secondo gradino del podio di grosso calibro per soli due punti nel gruppo A. Brillantissimo esordio in automatica: lo stesso Cagossi con 532 insieme a Luca Cavallini, 506 e Primo Lubrano 494, occupano i primi tre gradini di un podio negli ultimi tempi monopolio di Bologna.
Esordio col botto per Luca Pataridze nella pistola giovanissimi: la “mascotte” del gruppo reggiano, 10 anni, centra il podio con un secco 186/200.
Convincente la prova di Alessia Bastai, prima tra le juniores di pistola con 351.
Tra le carabine, l’azzurro Massimo Croci si piazza primo nella carabina a 10mt con 599 e secondo nella carabina libera a terra mentre Giovanni Bertani è primo nella pistola libera disabili.
Gli esordienti. New entry tra le junior donne di pistola ad aria compressa Laura Bedogni e Caterina Faietti colgono una prova molto positiva.
Tra le carabine, il giovanissimo Pietro Soncini, altro “pulcino” del collettivo reggiano di 10 anni con 152/200.
Nei senior di pistola ad aria compressa, Laura Gallesi è terza nel gruppo B donne con 352/400 mentre tra gli uomini, Morris Faietti sorprende tutti con un 362 che lo pone al quinto posto nel gruppo C, a soli 6 punti dal podio. Buona la prova di Marco Codeghini, 333. Tra i master, buoni piazzamenti per Luca Bigi, 348 e Camillo Orlandini 346 punti.
Gli altri risultati. Ottima posizione tra i junior di carabina per Martina Marchesini e Blu Borghi, rispettivamente ottava in un raggruppamento agguerrito e nono. Undicesimo posto per Andrea Aguzzoli. Tra gli allievi, Francesco Attolini e Flavio Macchitella sono sesto e settimo. Quarto posto nei gran master per l’inossidabile Marco Montanari nella carabina a terra con 564, mentre Giulio Pasquini e quinto nei master di aria compressa con 354. Tra le pistole, ritorno alle competizioni per Stefano Rustichelli, secondo nel gruppo c uomini con 366 insieme a Pasquale Bifulco.
Tra le donne Debora Piumi si ferma all’undicesimo posto, mentre Nino Rondini è settimo nei master con un convincente 357. Nello stesso gruppo anche Alessandro Sansone con 347 e Claudio Pedrinelli, 343. Primo Lubrano è quarto nella standard e sesto nel grosso calibro, Luca Cavallini fa nove in standard e grosso calibro mentre Loris Panciroli, è settimo nella standard.
C’è soddisfazione in via Paterlini. “Siamo contenti delle performance dei nostri tiratori. Il nostro gruppo è cresciuto molto in questi ultimi anni, soprattutto comincia a consolidarsi il vivaio: abbiamo 11 ragazzi tra pistole e carabine che competono tra i giovanissimi, allievi e junior. Alessia Bastai è entrata a far parte della squadra regionale nel 2016. Questa disciplina prevede sempre margini di miglioramento ma è un buon periodo per il Tiro a Segno; da qualche mese abbiamo molti giovani che vengono a provare e qualcuno, alla fine decide di rimanere con noi.”

« Articolo Precedente